Please Wait
Impatto del PdE

L’elaborazione dei dati relativi ai prodotti della ricerca (pubblicazioni scientifiche su riviste censite SCOPUS) del DIBAF nel 2021 ha confermato come il trend evidenziato negli ultimi anni, dall’avvio del Progetto di Eccellenza, sia mantenuto. In particolare, il numero totale dei prodotti è incrementato anche in questo anno, passando da 140, nel 2018, a 155 e 164 nel 2019 e 2020, a 184 nel 2021. A questo incremento corrisponde un numero sostanzialmente pari di pubblicazioni nel primo decile (52 nel 2020 vs. 54 nel 2021) e in Q1 (97 nel 2020 vs. 95 nel 2021) e un incremento in quelle in Q2 (da 32 a 53). Anche se questo corrisponde ad una lieve flessione del livello qualitativo rispetto al 2020 in termini di percentuale tra prodotti Q1 e quelli totali, il bilancio per il 2021 è senza dubbio positivo.

Certamente, ha pesato in modo significativo la pandemia che nel 2020 e 2021 ha imposto una riduzione pesante delle attività sperimentali condotte a livello di campo e, soprattutto, di laboratorio con ovvie implicazioni sulla mole di risultati ottenuti.

 

 

 

L’analisi della qualità della produzione scientifica del Dipartimento mostra un inequivocabile impatto positivo dovuto alle attività previste nel progetto. Infatti, se si analizzano i prodotti pubblicati dal DIBAF su riviste internazionali (dati SCOPUS) nel triennio precedente il 2018 (anno di inizio del progetto) e quello successivo, si nota come alla tendenza decrescente sul numero totale di prodotti nel triennio 2015-2017 (dai 166 del 2015 ai 133 del 2017) si è contrapposto un incremento rilevante nel triennio 2019-2021 passando dai 165 del 2019 ai 181 prodotti del 2021. Ancora più significativo è il fatto che la stessa analisi fatta rilevando i prodotti presenti in riviste con qualità alta (percentile di 75 o più, quartile Q1) sono stati complessivamente 271 nel 2015-2017 per aumentare a 293 nel triennio 2019-2021, risultato che combinato con la produzione complessiva passata da 451 a 500 prodotti nei due periodi di riferimento mostra un impatto decisamente rilevante del progetto sulla produzione scientifica del dipartimento. Questa tendenza è confermata ulteriormente dal rapporto tra i prodotti di classe Q1 e Q2 rispetto al totale che passa dal 78.7% del 2015-2017 al 83.8% del triennio 2019-2021 con un trend tendenziale di crescita che stimiamo superare l’85% nel 2022. In ultimo si vuole evidenziare il deciso incremento della qualità della produzione scientifica dovuto alle attività del progetto prendendo in esame lo SCIMAGO Journal Ranking (SJR) indicatore univoco della qualità utilizzato anche dall’ANVUR per la valutazione VQR. Infatti, l’andamento del totale SJR dei prodotti DIBAF che nel triennio 2015-2017 aveva una tendenza decrescente passando da 231.9 del 2015 al 180.6 del 2017 ha invertito la tendenza passando dal 189.6 del 2019 al valore massimo mai raggiunto dal dipartimento di 239.5 che lo colloca senza dubbio tra i dipartimenti di area 7 con i migliori score di qualità dei prodotti della ricerca.

 

 

In conclusione, nonostante il contesto non favorevole si conferma che il Progetto di Eccellenza rappresenta una spinta significativa nel contesto della ricerca del dipartimento.