Please Wait
Presentazione

 

Corso di Laurea Magistrale
SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI (Classe LM-69)
 
  Il corso di studio prepara un laureato con conoscenze e competenze approfondite e specialistiche relative alle produzioni vegetali e zootecniche per progettare e gestire l’innovazione della produzione agraria, qualitativa e quantitativa, con particolare riguardo ad un approccio sistemico. Possiede conoscenze e competenze specifiche nei settori delle produzioni vegetali ed animali, della meccanizzazione agricola, dell'assetto del territorio anche nella prospettiva della sostenibilità ambientale e sicurezza alimentare. Il laureato consegue una approfondita comprensione dei processi e delle norme relative all'applicazione delle tecniche economiche nell'affrontare i problemi connessi alla gestione delle imprese agrarie e allo sviluppo rurale.
Il percorso formativo si articola in una base comune ed in tre profili apicali.
Negli insegnamenti della base comune sono affrontati i temi della metodologia di ricerca in agricoltura, della gestione dei sistemi agrari e zootecnici, delle strategie ecosostenibili nella protezione delle colture, delle politiche agricole, della gestione delle aziende e dell'analisi degli investimenti, della meccanizzazione agricola nei suoi aspetti innovativi e dell'assetto del territorio.
Per il profilo colturale sono offerti insegnamenti rivolti essenzialmente all'ottenimento di prodotti agricoli di qualità e in ambiente mediterraneo, al miglioramento genetico, alle colture ortofloricole in ambiente protetto ed alla viticoltura.
Per il profilo economico territoriale sono disponibili insegnamenti rivolti alla pianificazione del territorio, alla sicurezza del lavoro in agricoltura e all'economia e politiche dello sviluppo rurale.
Per il profilo zootecnico sono offerti insegnamenti relativi alla produzione e conservazione dei foraggi, alla scienza e tecnica dell'alimentazione nei sistemi zootecnici e alla qualità dei prodotti di origine animale.
All’atto dell’immatricolazione o dell’iscrizione agli anni successivi gli studenti possono optare tra impegno a tempo pieno o a tempo parziale secondo quanto disposto dall’art.23 del Regolamento Didattico di Ateneo e dal Regolamento studenti a tempo parziale.
La prova finale consiste nella preparazione e discussione di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore, relativa a tematiche affrontate nel percorso didattico e con un impegno complessivo di 20 CFU. Il voto finale di laurea è espresso in centodecimi, con possibilità di far seguire la lode al punteggio massimo (110/110).
 
Requisiti di ammissione e modalità di verifica
L'iscrizione al corso di laurea magistrale in SAA è possibile a tutti coloro che siano in possesso di laurea o di titolo equipollente conseguito all'estero, con particolare riferimento ai laureati della classe 25 o della ex classe 20. I candidati devono aver acquisito almeno 24 CFU così ripartiti:
-12 CFU nei SSD: da FIS/01 a FIS/07; da MAT/01 a MAT/09; da CHIM/01 a CHIM/11; INF/01; SECS-S/01/02/03/06; BIO/01/02/03/04/07/10;
-12 CFU nei SSD: da AGR/01 a AGR/20; IUS/03; SECS-P/01/02/08.
L'adeguatezza della preparazione personale dei candidati, ai fini dell'ammissione al corso di laurea magistrale, è verificata mediante una prova di ingresso. I candidati al sito web del Corso SAA-LM69 (Guida LM69) dispongono di una guida in formato pdf che permette loro l’autovalutazione della preparazione, che sarà poi verificata durante la prova d’ingresso. La prova d’ingresso è orale e viene svolta di fronte ad una commissione di docenti designati dal CCS appartenenti ai SSD precedentemente indicati e riguarda le conoscenze e competenze acquisite dal laureato nella laurea di I livello. Durante la prova di ingresso viene anche verificato se il candidato ha superato l'esame di lingua inglese o, in caso contrario se possiede la conoscenza della lingua inglese ad un livello che gli consenta la comprensione della letteratura scientifica internazionale. La prova si risolve in un giudizio di idoneità a maggioranza della commissione ed all’assegnazione di un tutor, tra i docenti del collegio del CCS, che sarà da supporto al candidato durante il primo anno del Corso. L’iscrizione è subordinata all’esito positivo della prova.
 
Sbocchi occupazionali e professionali
Il corso prepara alle professioni di:
-agronomo in enti pubblici e privati;
-dirigente di aziende agricole, con specifiche competenze sulle produzioni agricole e sulla loro difesa in campo e in post-raccolta, nel quadro della salvaguardia ambientale e della qualità dei prodotti;
-dirigente di aziende zootecniche, con specifiche competenze sulla nutrizione, sull'igiene, sul benessere degli animali e sulla qualità delle produzioni zootecniche.
La laurea è multidisciplinare ed i laureati hanno un ampio ventaglio di scelte sia nella conduzione e gestione di aziende agricole, zootecniche e agroindustriali, sia nei quadri dirigenziali del comparto dei servizi, del commercio e della pubblica amministrazione.
Al termine degli studi il laureato conosce tutti gli aspetti utili ad esercitare con successo la complessa professione di Dottore Agronomo.
A tre anni dalla laurea il tasso di occupazione ISTAT è pari per i laureati magistrali SAA al 94,4% (dato ALMA LAUREA, 2012).
 
Presidente:
Prof. Rosario Muleo, tel. 0761357532, muleo@unitus.it
 
Altri referenti
Prof. Raffaele Casa, tel. 0761357555,  rcasa@unitus.it
Prof. Maria Nicolina Ripa, tel.0761357559, nripa@unitus.it
Prof. Roberto Mancinelli, tel.0761357556, mancinel@unitus.it