Please Wait
Obiettivi Formativi

 Il Corso di Laurea Magistrale in "Conservazione e restauro dell'ambiente forestale e difesa del suolo" (acronimo CRAFDS), Classe LM 73, si pone l'obiettivo di specializzare il laureato nei settori della conservazione ambientale e della riqualificazione o restauro degli ambiti degradati, sia nella componente biologica che in quella fisica. La peculiarità del corso risiede nell'innesto di una adeguata preparazione in campo bio-ecologico e geologico-ingegneristico su una solida base di conoscenze e competenze di carattere propriamente forestale con un occhio particolarmente attento alla pianificazione ed alla progettazione. Il corso si rivolge a coloro che vogliono acquisire conoscenze avanzate per operare, a livello dirigenziale e di coordinamento, nel settore della difesa del suolo, delle progettazioni forestali e della conservazione della biodiversità, anche mediante approcci biotecnologici, o che intendono orientare la loro attività professionale verso settori innovativi dove è necessaria una conoscenza approfondita dei fenomeni di evoluzione geomorfologica del territorio e dei connessi sistemi forestali nonché dei meccanismi biologici e dei processi ecologici che presiedono alla diversità degli ecosistemi. L'approfondimento degli studi consente inoltre l'accesso al settore dell'innovazione tecnologica e della ricerca scientifica, con particolare riferimento ai dottorati di ricerca su tematiche geomorfologiche, biologiche, forestali, tecnologiche e ambientali.


Il corso mira a far acquisire allo studente le seguenti conoscenze:
  • funzionamento degli ecosistemi agrari e forestali anche attraverso lo studio e l'applicazione della genetica e delle biotecnologie, delle scienze del suolo e della modellistica, della biologia, della fisiologia vegetale e della biodiversità sistemica;
  • criteri e metodi di tutela del territorio, con particolare riferimento alla prevenzione dei dissesti idrogeologici ed alla regimazione delle acque e alla difesa fitopatologica delle cenosi forestali;
  • applicazione dei metodi e dei modelli di pianificazione e gestione forestale sostenibile;
  • metodi di valutazione del grado di conservazione degli ecosistemi e dei paesaggi e metodi di restauro degli ambienti degradati, secondo criteri ecoingegneristici moderni e compatibili con la sostenibilità e la conservazione della biodiversità;
  • normativa più aggiornata in tema di ambiente, salute e sicurezza;
  • principi di economia ambientale e di valutazione di eventuali danni;
  • caratteristiche dei prodotti forestali e ai i sistemi e metodi di trasformazione degli stessi;
  • metodi di progettazione, messa in opera e gestione dei cantieri, in particolare forestali;
e le seguenti competenze:
  • analisi e monitoraggio degli ecosistemi forestali in ambiente montano, collinare e costiero;
  • strategie di conservazione della biodiversità, in primo luogo forestale;
  • gestione sostenibile, eco-certificazione e conservazione delle risorse dell'ambiente forestale, montano e costiero;
  • progettazione e gestione di interventi selvicolturali, di rimboschimento e di arboricoltura da legno;
  • progettazione e gestione di lavori di prevenzione e mitigazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico di lotta alla desertificazione e di protezione delle sorgenti e delle falde idriche;
  • progettazione e gestione di lavori di miglioramento, ricostituzione e restauro ecologico di ambienti degradati;
  • analisi e valutazione di impatto ambientale in aree montane e forestali;
  • pianificazione ecologica territoriale e progettazione del paesaggio.