Please Wait
Engineering for Energy and Environment
Presentazione

 

 

Nell’ambito dell’alta formazione riservata agli studenti in possesso di una laurea magistrale, il Dipartimento di Economia, Ingegneria, Società e Impresa (DEIM) in collaborazione con DAFNE, Dipartimento di Scienze e Tecnologie per l’Agricoltura, le Foreste, la Natura e l’Energia offre un corso triennale di dottorato di ricerca in “Engineering for Energy and Environment”. Il Dottorato è strutturato in due Curriculum denominati Energy and engineering systems e Biosystems and environment.

 

Il Dottorato di Ricerca vuole fornire un elevato livello di formazione ad un numero selezionato di giovani laureati per renderli competitivi a livello nazionale ed internazionale presso imprese private ad alto contenuto tecnologico, centri di ricerca ed università. Principale obiettivo è fornire una visione interdisciplinare delle problematiche ingegneristiche nei settori dell’energia, dei biosistemi e dell’ambiente, caratterizzati da un elevato sviluppo tecnologico. Le attività di ricerca saranno rivolte allo studio di soluzioni ingegneristiche, tecnologie di lavorazione e metodologie di indagine numerica e sperimentale innovative, con un’attenzione particolare al loro trasferimento tecnologico.

 

 I dottorandi saranno impegnati in attività di formazione e di ricerca nelle tematiche oggetto del corso, con particolare riferimento alle tecnologie per la fusione termonucleare, ai processi di conversione e di accumulo dell’energia nelle sue varie forme, la tutela dell’ambiente, alle innovazioni negli ambiti della meccanica, anche agraria, della sensoristica, dei biosistemi e delle tematiche agricole, per quanto concerne la produzione primaria e gli aspetti ambientali.

 

 Il lavoro dei dottorandi sarà coordinato dai docenti del collegio già attivi in collaborazioni industriali e progetti di ricerca, nazionali e internazionali, in tematiche innovative e di rilievo, come le tecnologie a idrogeno, le energie rinnovabili, le biomasse, i biosistemi e la fusione termonucleare. Il dottorato può contare sui seguenti laboratori: il laboratorio CIRDER sulle energie rinnovabili, il MecHydroLab sul monitoraggio ambientale, un laboratorio di ingegneria industriale, un laboratorio di informatica industriale, un laboratorio di prototipazione rapida, il LABDIAC sulle scienze dei materiali, l’ERGOLAB per la valutazione degli agenti di rischio.

 

La presenza di studiosi di altre università e centri di ricerca nel collegio dei docenti consente ai dottorandi di poter usufruire anche di laboratori “esterni” presso ENEA Frascati (Fusion and Technologies for Nuclear Safety Department), la New York University (USA), il Max Planck Institutfuer Plasma Physik Laboratory (Germania) e il CREA-IT di Monterotondo (Roma).

 

Le competenze acquisite al termine del percorso formativo renderanno i dottori di ricerca idonei a ricoprire posizioni professionali e di ricerca con particolare riferimento agli ambiti energetico e ambientale, presso:

  • attività professionali di consulenza;
  • industrie di piccole medie e grandi dimensioni;
  • enti pubblici, incluse agenzie e autorità;
  • centri di ricerca pubblici e privati;
  • università.

 

La scelta di strutturare il dottorato su due curricula permette di rispondere alle richieste di due settori in forte espansione. Il primo risponde alla crescente domanda nei settori delle tecnologie a idrogeno, dei sistemi di accumulo dell’energia, delle energie rinnovabili e della fusione termonucleare. Quest’ultimo è un settore in cui il nostro paese è pioniere nel mondo e vede coinvolte industrie ad alta tecnologia italiane ed europee, centri di ricerca e università, già attivi in questo dottorato sia attraverso collaborazioni scientifiche sia con il finanziamento di borse di studio. Il repentino sviluppo tecnologico rende la figura del futuro dottore di ricerca fondamentale per diversi settori. Con il secondo curriculum gli sbocchi professionali e di ricerca riguardano contesti multidisciplinari nell’ambito del monitoraggio e controllo ambientale, dei biosistemi e delle tematiche agro ambientali, vista la vocazione del territorio italiano, l’importanza del settore nel contesto economico nazionale e la posizione di leadership dell’Italia dal punto di vista scientifico e industriale.

 

Scheda informativa:

http://www.unitus.it/public/platforms/1/cke_contents/184/8%20Scheda%20EEE%20italiano%2036%C2%B0%20ciclo%2009_07_revGC%2026-10-2020.pdf

 

Recapiti per informazioni:

Prof. Danilo Monarca e-mail: monarca@unitus.it

Prof. Giuseppe Calabrò e-mail: giuseppe.calabro@unitus.it

 

Modulistica e avvisi:

http://www.unitus.it/it/unitus/post-lauream1/articolo/dottorati-di-ricerca-

 

Scheda del corso
CORSO DI DOTTORATO  
Denominazione del corso a.a. 2016/2017 ENGINEERING FOR ENERGY AND ENVIRONMENT
Ciclo 32
Data di inizio del corso 01/11/2016
Durata prevista 3 ANNI
Dipartimento/Struttura scientifica proponente Economia e Impresa
Dottorato in collaborazione con le imprese/dottorato industriale (art. 11 del regolamento): NO
Dottorato in collaborazione con Università e/o enti di ricerca esteri (art. 10 del regolamento): NO
Dottorato relativo alla partecipazione a bandi internazionali: NO
Il corso fa parte di una Scuola? NO
Presenza di eventuali curricula? SI