Please Wait
Presentazione del corso

Il Corso di Studio in breve

Il corso di Laurea in Sport, benessere e attività motoria in ambiente naturale (Classe di Laurea L-22), con sede a Viterbo, è un corso interateneo tra l’Università degli Studi della Tuscia e l’Università degli Studi Roma Foro Italico. Il corso mira a formare professionisti delle attività motorie e sportive che abbiano conoscenze e competenze specifiche nelle seguenti principali aree tematiche:

  • attività motoria, benessere e prevenzione;
  • ambiente e natura;
  • management e turismo sportivo.

 

L’obiettivo del corso di laurea è quello di formare professionisti in grado di:

  • promuovere l'attività fisica come strumento di benessere psico-fisico e prevenzione delle patologie legate a stili di vita non corretti; 
  • promuovere la sostenibilità ambientale attraverso l’attività motoria e sportiva sfruttando le risorse naturali che offre il territorio della Tuscia;
  • organizzare e gestire eventi e turismo sportivo con particolare attenzione ai temi della sostenibilità ambientale, economica e sociale.

 

A questo scopo durante il primo anno il corso prevede l’acquisizione delle conoscenze relative all’anatomia dei sistemi, alla biologia e biochimica applicata alle scienze motorie, agli elementi di fisica e biomeccanica, alla teoria, tecnica e didattica dell'attività motoria e sportiva atte a conferire le basi del funzionamento del corpo umano in movimento e degli argomenti pedagogici e sociali che possono motivare l’attenzione al corpo e alla propensione allo sport e all’attività motoria. L’attenzione alle attività motorie e sportive svolte in ambienti naturali propria del CdS sarà favorita, sin dal primo anno, con l’introduzione di un corso caratterizzante dedicato.

Nel secondo anno di corso, oltre ad approfondire le basi pedagogiche, biomediche e metodologiche didattiche insegnate al primo anno, gli studenti saranno avviati a profili di tecnica e didattica di specifiche discipline motorie e sportive, completando la formazione con fondamenti legislativi ed economici che sono alla base delle strutture e del funzionamento delle organizzazioni sportive.

Le attività del terzo anno sono focalizzate sulla conoscenza degli aspetti teorici ed applicativi dell'attività motoria per il benessere e la salute, sulla medicina e traumatologia dello sport e sul rapporto tra ambiente e sport. In particolare saranno fornite le competenze necessarie alla pianificazione e all’organizzazione dell’attività sportiva in relazione al territorio di riferimento, con particolare attenzione ai temi della sostenibilità ambientale e della valorizzazione dei territori rurali.

 

Il raggiungimento di tali obiettivi sarà possibile attraverso attività di base, caratterizzanti, affini e integrative che, a partire dal II anno di corso saranno integrate con attività di tirocinio, svolte nell’ambito di discipline tecnico-sportive individuali e di squadra, didattico-educative, di attività open-air e del settore delle attività preventive-adattate.

 

Obiettivi formativi

  • capacità di trasmettere in modo adeguato al praticante la corretta applicazione delle tecniche motorie a carattere preventivo, compensativo, adattativo con attenzione alle specificità di genere, età e condizione psico-fisica
  • conoscenza della biomeccanica dei movimenti al fine di attuare programmi motori
  • conoscenza delle basi biologiche dell'adattamento all'esercizio fisico in generale e all’allenamento sportivo
  • competenze metodologiche inerenti alla progettazione e alla conduzione di percorsi didattici ed interventi di attività motorie e sportive individuali e di gruppo
  • competenze psicologiche e pedagogiche di base per poter interagire con efficacia con praticanti in funzione di età, genere, condizione sociale, sia a livello individuale che di gruppo
  • capacità di promuovere l'adozione di uno stile di vita sano e attivo, finalizzato al benessere ed al mantenimento della forma e dell'efficienza fisica, e una pratica dello sport ispirata ai valori della lealtà
  • competenze amministrative-economiche e giuridiche relative alla gestione delle diverse forme di attività motorie e sportive, nell'ambito delle proprie competenze professionali

 

Profilo professionale e Sbocchi occupazionali

Il laureato detiene competenze professionalizzanti che gli consentono di operare in strutture pubbliche e private allo scopo di mettere a disposizione la propria professionalità nel settore tecnico-sportivo, in qualità di preparatore atletico, personal trainer e figure affini, nelle attività legate al tempo libero (palestre, piscine, centri fitness, spa, ecc.), nel settore organizzativo-gestionale di società sportive e di società che gestiscono strutture sportive e nel settore del promozione della salute e del wellness.

Le funzioni che potrà ricoprire saranno le seguenti:

  • istruttore, personal trainer per le attività motorie finalizzate al mantenimento della salute e dell'efficienza fisica;
  • operatore nei centri per il benessere;
  • operatore per le attività motorie e preventive nei diversi ambiti di lavoro;
  • operatore per le attività motorie preventive e adattate alle necessità di popolazioni speciali;
  • istruttore di discipline sportive non agonistiche per l'avviamento alla pratica sportiva;
  • operatore di attività escursionistiche;
  • insegnante di attività motorie e ludico-ricreative nelle diverse fasce d'età e nei centri socio-educativi;
  • educatore delle attività motorie nella scuola materna e primaria;
  • operatore della rieducazione motoria;
  • direttore tecnico sportivo presso strutture sportive;
  • consulente per l’organizzazione e la gestione di eventi e di strutture sportive.

 

Le professioni codificate da ISTAT che rientrano nelle competenze del laureato in Sport, benessere e attività motoria in ambiente naturale sono:

  • Istruttori di discipline sportive non agonistiche - (3.4.2.4.0)
  • Organizzatori di eventi e di strutture sportive - (3.4.2.5.1)

Allenatori e tecnici sportivi - (3.4.2.6.1)