Please Wait
Info su tasse, pagamenti e ISEE

E' possibile consultare qui il Regolamento delle Tasse e Contributi, nello specifico è possibile consultare anche le agevolazioni introdotte nell'a.a. 2017/18.

 

Si ricorda che è possibile pagare la I rata di tasse universitarie:

 

- modulo MAV, generato al termine della procedura di immatricolazione/iscrizione online pagabile presso qualsiasi sportello bancario;

- modulo MAV, generato al termine della procedura di immatricolazione/iscrizione online pagabile tramite servizio home banking,

- modulo MAV, generato al termine della procedura di immatricolazione/iscrizione online pagabile presso le tabaccherie convenzionate con servizio Banca ITB;

- carta di credito (la II rata è pagabile solo tramite MAV)

 

Si ricorda che, i pagamenti eseguiti utilizzando il MAV nelle modalità indicate nei punti precedenti, sono abitualmente visualizzati sul Portale dello Studente alcuni giorni lavorativi dopo il pagamento, anche più di cinque, secondo i tempi dei circuiti bancari.

Si ricorda che i pagamenti effettuati tramite home banking o carta di credito non vengono eseguiti immediatamente, ma solo presi in carico: in tale ipotesi l'operazione solitamente avrà data di esecuzione pari al giorno lavorativo seguente e qualora questo sia successivo alle scadenze imposte, verrà richiesto il contributo aggiuntivo per ritardato pagamento.

 

Salvo richieste specifiche, non è prevista la consegna delle ricevute dei versamenti, che verranno trasmessi direttamente all'Università dagli Istituti Bancari. Per questa ragione nel menù pagamenti del Portale dello Studente è possibile stampare uno STORICO PAGAMENTI in cui vengono riportati dati sui versamenti effettuati da utilizzare per eventuali dichiarazioni dei redditi.

 

Di seguito è riportato un FAC-SIMILE DI PAGAMENTO della II rata in cui vengono evidenziate le scadenze:

 

ISEE

Tutti gli studenti a prescindere dalla posizione di carriera, possono richiedere l’inserimento nelle fasce contributive e/o gli esoneri parziali o totali avvalendosi dell’attestazione ISEE nei termini e nelle modalità previste.

 

Per ottenere l'attestazione ISEE 2017 sono necessarie diverse settimane pertanto la richiesta va presentata con largo anticipo rispetto alle scadenze imposte dall'Ateneo presso qualsiasi CAAF o altro soggetto autorizzato al suo rilascio su tutto il territorio nazionale, mediante sottoscrizione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU). Il richiedente otterrà quindi l’attestazione riportante il valore ISEE che “si applica alle prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario a favore di (codice fiscale dello/della studente/essa)” e riferita al nucleo familiare dello/della studente/essa.

 

L’attestazione ISEE ha cadenza annuale (dal momento della presentazione fino al 15 gennaio dell'anno successivo) e deve essere prodotta anche in assenza di modifiche al reddito e/o al patrimonio.

 

Gli studenti hanno l’obbligo di farsi rilasciare un’attestazione ISEE priva di “Omissioni e/o difformità”; nel caso in cui risultassero tali rilievi, gli studenti dovranno attivarsi immediatamente per integrare i dati mancanti segnalati nella stessa attestazione. Si consiglia di controllare attentamente l'attestazione ISEE per evitare i seguenti errori:

  • attestazione che non si applica alle prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario
  • attestazione che non si applica in favore dello/della studente/essa interessato
  • non compare lo/la studente/essa tra i componenti del nucleo familiare

 

Le attestazioni ISEE sono sottoposte a controlli attraverso l’incrocio delle banche dati della Pubblica Amministrazione, dell’INPS e attraverso l’attività ispettiva della Guardia di Finanza.

 

Per l'iscrizione all'a.a. 2017/2018, a differenza degli anni precedenti, i dati relativi all'attestazione ISEE dovranno essere inseriti SOLO al momento dell'iscrizione online. Non è previsto un inserimento successivo quindi si consiglia di avere con sè l'attestazione ISEE 2017 al momento dell'iscrizione.

 

Per quanto concerne le iscrizioni con riserva è consigliabile premunirsi dell’attestazione ISEE per le prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario entro il 31 dicembre 2017 sia nel caso in cui lo studente, una volta laureato, voglia iscriversi alla laurea magistrale, sia nel caso in cui, non conseguendo il titolo entro il 28 febbraio 2018, debba iscriversi all'anno successivo.

 

Gli studenti extra UE o UE con nucleo familiare che non produce reddito in Italia (o non totalmente in Italia) devono recarsi presso un CAF abilitato al rilascio di un indicatore sostitutivo dell'ISEE, definito ISEE parificato.

 

L’ISEE per "prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario" che lo studente può richiedere ai fini del calcolo delle tasse è l'ISEE relativo all'anno 2017 ed è disciplinato dalle seguenti norme: