Please Wait
Tirocinio e Stage (periodi di formazione all'esterno)

Si ricorda che, a partire dall’a.a. 2016/17, il Regolamento didattico del Corso di Laurea in Tecnologie Alimentari ed Enologiche (vedi allegato) prevede che il tirocinio possa essere svolto solo dopo aver superato alcuni esami curriculari (vedi estratto del Regolamento). Per chiarimenti sulla compilazione del Progetto formativo, gli studenti devono contattare il Docente tutore o, in subordine, il Presidente del Corso di Studio. Le verifiche amministrative sugli esami sostenuti saranno effettuate dalla Segreteria didattica e, qualora lo studente non abbia ottemperato agli obblighi previsti dal Regolamento didattico, l’autorizzazione a svolgere il tirocinio sarà negata. Saranno firmati dal Presidente del Corso di Studio solo i moduli validati dalla Segreteria didattica; i moduli firmati possono essere ritirati in Segreteria didattica.

 

Non sono ammesse deroghe alla seguente procedura:

  • lo studente, con l’aiuto del Docente tutore, compila il Progetto formativo e consegna alla Segreteria Didattica l’autocertificazione degli esami sostenuti e quattro copie, firmate in originale, del Progetto formativo (non saranno accettati moduli che non riportino le firme dello studente, del Docente tutore e del Responsabile dell’Azienda);
  • la Segreteria didattica effettua i controlli amministrativi su esami e accordo di tirocinio e, in caso positivo, sottopone il Progetto formativo alla firma del Presidente del Corso di Laurea;
  • lo studente ritira in Segreteria didattica copia firmata del Progetto formativo e si fa carico di consegnarla all’Azienda.

 

I tirocini formativi e di orientamento (di cui al DM142/98 e DL138/2011) sono attività formative volte ad agevolare le scelte professionali, mediante la conoscenza diretta del settore lavorativo cui il titolo di studio può dare accesso. Le attività del tirocinio vengono realizzate presso imprese, amministrazioni pubbliche, enti pubblici o privati ivi compresi quelli del terzo settore, ordini e collegi professionali, sulla base di apposite convenzioni. L'elenco delle aziende convenzionate e la modulistica per la presentazione del “Progetto Formativo” sono disponibili al Link

Gli studenti interessati avranno altresì la possibilità di proporre l'azienda/ente in cui svolgere il tirocinio previo verifica del Coordinatore, o di un Docente del CdS, della adeguatezza dell'azienda/ente con gli obiettivi formativi specifici del corso.
La convenzione ed il progetto formativo devono essere necessariamente perfezionati prima dell'inizio del tirocinio.

Scadenze per la presentazione del PIANO FORMATIVO INDIVIDUALE TIROCINIO :

  • da giorno 2 al 20 gennaio (per chi intenda effettuare il tirocinio a partire dal mese di febbraio successivo)
  • da giorno 15 maggio al 15 giugno (per chi intenda effettuare il tirocinio a partire dal mese di luglio successivo)
  • da giorno 15 settembre al 15 ottobre (per chi intenda effettuare il tirocinio a partire dal mese di novembre successivo)

DIBAF-Università della Tuscia, nel ruolo di soggetto promotore, garantisce per tutta la durata del tirocinio la copertura assicurativa sia per quanto riguarda la responsabilità civile che per quanto riguarda gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

Per l'Ordinamento Didattico 2014-2015, il tirocinio si configura come attività formativa di 9 crediti corrispondente a 225 ore. Il periodo formativo deve essere svolto durante il corso di studi e deve avere una durata non superiore a 12 mesi.

Per ogni tirocinante è previsto un tutore accademico e un tutor aziendale che, congiuntamente con lo studente ed il Coordinatore del CdS, firmeranno il progetto formativo e il libretto di tirocinio. Compiti del tutore accademico sono: valutare il progetto formativo di tirocinio (obiettivi e modalità di svolgimento), richiedendo, se necessario, eventuali aggiustamenti; mantenere i contatti con il tutor aziendale, in modo da seguire una linea di azione organica e concordata; consigliare le linee di azione generale da seguire e gli approcci ai problemi, suggerire testi di approfondimento, favorire contatti con altri docenti e/o esperti le cui conoscenze potrebbero risultare utili al tirocinante; assistere lo studente nella stesura della relazione finale di tirocinio.

Al termine del tirocinio gli studenti dovranno presentare una relazione finale scritta al tutor accademico che, confermato l'esito positivo della relazione e verificate le firme di frequenza sul diario di tirocinio, apporrà la propria firma sul diario e procederà alla registrazione del tirocinio sul libretto universitario.
Al tirocinante è fatto obbligo di seguire le indicazioni del tutore accademico e del tutore aziendale e fare riferimento ad essi per qualsiasi esigenza di tipo organizzativo o per altre evenienze, nonché di rispettare i regolamenti disciplinari, le norme organizzative di sicurezza e di igiene del lavoro vigenti nell'azienda o ente presso cui svolge il tirocinio.

La modulistica, il diario di tirocinio e i questionari di valutazione sono disponibili al Link