Please Wait
Rinuncia agli studi, decadenza, congelamento e ricongiunzione

Rinuncia – Decadenza – Congelamento – Ricongiunzione

 

RINUNCIA AGLI STUDI

La volontà di rinuncia agli studi si manifesta compilando il modulo preposto che va consegnato/inviato alla Segreteria Studenti.

La rinuncia non dà diritto al rimborso delle tasse versate e estingue la carriera universitaria, con conseguente perdita degli esami universitari. La domanda si intende completa spedendo il libretto universitario mentre l’imposta di bollo di € 16,00 potrà essere assolta in modo virtuale. La spedizione andrà effettuata a UNITUS c.a. Segreteria Studenti Unica - Via S. Maria in Gradi n.4- 01100 Viterbo .Per rinunciare agli studi lo studente deve essere in regola con il versamento delle tasse e contributi universitari dovuti fino all'ultimo anno. Tale obbligo viene meno nei seguenti casi:

- gli studenti che rinunciano agli studi prima della scadenza della 2^ rata e hanno sostenuto esami solo nel primo semestre dell’anno accademico, non sono tenuti a versare la 2^ rata;

- gli studenti che rinunciano agli studi in corso d’anno, che non hanno sostenuto esami per l’anno accademico di ultima iscrizione e che presentano la rinuncia entro i termini di scadenza della 2^ rata, non sono tenuti al versamento della 2^ rata ;

- gli studenti che rinunciano agli studi in corso d'anno, oltre il termine di scadenza della 2^ rata, sono tenuti a versare una somma pari alla metà dell’ammontare della 2^ rata di iscrizione.

La rinuncia non pregiudica la possibilità di immatricolarsi nuovamente allo stesso corso, a condizione che sia ancora attivo, o a un diverso corso di laurea dell’Ateneo, facendosi riconoscere eventuali crediti acquisiti nella precedente carriera dal Consiglio di corso di studio che ne verificherà la non obsolescenza. Il riconoscimento di CFU è soggetto a pagamento secondo quanto indicato nel presente Regolamento. La rinuncia agli studi comporta il pagamento delle tasse arretrate qualora lo studente si iscriva nuovamente ad un nuovo corso di laurea nell’anno accademico successivo, chiedendo il riconoscimento dei CFU conseguiti nella carriera, oggetto di rinuncia. Nel caso in cui lo studente si iscriva ad un corso di laurea dopo aver rinunciato ad una precedente carriera da almeno un anno accademico, sarà tenuto al pagamento di un diritto fisso annuo così stabilito: € 150,00 annui fino ad un massimo complessivo di € 750,00. In caso di rinuncia a un corso di studio ad accesso programmato, lo studente perde il diritto a ricongiungere o riattivare la carriera universitaria per il medesimo corso, salvo il caso in cui si collochi in posizione utile nel relativo concorso di ammissione.

 

DECADENZA

La carriera di uno studente si intende decaduta se per 8 anni accademici non viene rinnovata l'iscrizione o se per lo stesso numero di anni non viene sostenuto alcun esame. Lo studente può contattare la Segreteria Studenti per verificare l'eventuale avvenuta decadenza.

 

CONGELAMENTO

E' previsto il congelamento, cioè l'interruzione temporanea della carriera dello studente, nei seguenti casi:

  • proseguimento degli studi all'estero;

  • iscrizione presso gli Istituti di Formazione Militare fino al completamento dei relativi corsi;

  • frequenza di corsi di Dottorato di ricerca (o altri corsi di specializzazione universitaria)

  • iscrizione ad altri corsi, nei casi in cui sia prevista l'incompatibilità.

All'atto della presentazione della domanda di congelamento lo studente deve essere in regola con le tasse e non può compiere alcun atto di carriera fino a nuova iscrizione. Per gli anni di congelamento, nei casi sopra descritti, lo studente è esonerato dal pagamento delle relative tasse universitarie.

 

RICONGIUNZIONE

Gli studenti che intendano ricongiungere la propria carriera dopo un periodo di interruzione degli studi, per gli anni accademici in cui non siano risultati iscritti, sono tenuti al pagamento di un diritto fisso annuo. E' sempre bene, prima di avviare la procedura, che lo studente verifichi con la Segreteria Didattica di Dipartimento il proprio piano di studi, anche sotto il profilo della non obsolescenza. Per procedere con la ricongiunzione lo studente può compilare il modulo preposto e deve rivolgersi alla Segreteria Studenti richiedendo tramite email i relativi MAV per effettuare i versamenti. Per il primo anno di iscrizione dopo l'interruzione gli studenti sono collocati in prima fascia di merito.