Please Wait
Presentazione del corso (L11)

Corso di studi triennale in Lingue e culture moderne (Classe L11)

Presidente Prof. Riccardo Gualdo (gualdo@unitus.it)


Il corso, già attivo fino al 2010-11 all’interno della Facoltà di Lingue e letterature straniere moderne, si propone di formare laureati con un’educazione interculturale, rivolta alle esigenze della realtà sociale e professionale contemporanea, con particolare attenzione alle relazioni tra Europa e resto del mondo. Ogni studente ha la possibilità di disegnare un percorso di studio personalizzato optando per le aree linguistico-culturali di proprio interesse: a sua scelta troverà corsi triennali o biennali di lingua francese, inglese, portoghese e brasiliana, spagnola, tedesca, araba, cinese, russa, e delle relative letterature.

 

Durante gli anni di studio, lo studente ha la possibilità di arricchire le proprie competenze con approfondimenti di linguistica generale e linguistica italiana, storia contemporanea, informatica umanistica, materie giuridiche ed economiche.

 

Tutti i corsi offrono materiali per la didattica a distanza sulla alla piattaforma UnitusMoodle (https://moodle.unitus.it/moodle/), che permette di interagire via Internet con i docenti e di usare esercizi e altri strumenti didattici concepiti per lo studio individuale in ambito multimediale.

 

I piani di studio proposti (presentati qui di seguito) sono pensati per tre àmbiti di sbocco professionale dei laureati in lingue:

 

  1. Lingue, letterature e culture;
  2. Lingue per le organizzazioni e i servizi turistici;
  3. Lingue per le istituzioni, le imprese e il commercio.

 

I laureati in Lingue e culture moderne sono formati per svariate attività professionali:

  • operatore socio-linguistico-culturale in contesti multietnici e multiculturali, per le imprese e per la pubblica amministrazione;
  • operatore linguistico addetto al turismo culturale, ai servizi culturali, sociali e di divulgazione; operatore linguistico nelle relazioni tra azienda e clientela in contesto internazionale;


e per avviare una specializzazione nelle seguenti professioni:

  • traduttore e interprete; esperto in mediazione culturale; esperto in gestione della comunicazione e dell’informazione multilingue;
  • esperto nella promozione di beni e di servizi in campo internazionale.


I laureati in Lingue e culture moderne possono specializzarsi nella mediazione linguistica e culturale in contesto internazionale, perfezionando la loro formazione linguistica per avviarsi a carriere in organismi internazionali e nazionali operanti con l’estero. Il titolo di studio dà accesso – senza debiti – al corso di laurea magistrale in Lingue e culture per la comunicazione internazionale (LM-37) e a tutti percorsi formativi di laurea magistrale espressamente dedicati alla mediazione linguistica e culturale.