Please Wait
Economia, Management e Metodi Quantitativi

Il dottorato propone un percorso di alta formazione nelle aree economico, aziendale, e matematico­statistica per profili in grado di studiare e comprendere le sfide che interessano l’economia e le aziende odierne: crescente attenzione alla sostenibilità ambientale ed economico-sociale dello sviluppo economico e dell’attività di impresa; trasformazione del ruolo del consumatore, del lavoro, e dei mercati come conseguenza dell’innovazione e della trasformazione digitale.

 

Il dottorato mette a fattor comune le conoscenze del collegio docenti in economia, management, e metodi quantitativi e declina la formazione su tre curricula specialistici:

  • Economia e politica agroalimentare;
  • Economia circolare, collaborativa e sostenibile;
  • Economia e governo nella trasformazione digitale.

 

Il curriculum in Economia e politica agroalimentare mira alla formazione di un profilo specializzato nell’analisi economica del sistema agro-alimentare e nelle sue politiche di sviluppo.

Il curriculum in Economia circolare, collaborativa e sostenibile mira alla formazione di un profilo specializzato nello studio di modelli e processi per una economia orientata al riciclo e al riuso dei materiali, alla sostenibilità, all’etica, e all’inclusione sociale e ai comportamenti di consumo sostenibili.

Il curriculum in Economia e governo della nella trasformazione digitale delle PMI mira alla formazione di un profilo specializzato nello studio e nell’analisi degli scenari delineati dal processo di trasformazione digitale, delle nuove competenze richieste nell’uso dei dati aziendali – inclusi i big data – a supporto di processi decisionali, di controllo di gestione e qualità, e di marketing.

 

I tre curricula trovano fondamento in una formazione interdisciplinare su teorie economiche ed aziendali di frontiera, nell’utilizzo comune di metodi quantitativi come strumento metodologico per l’analisi e l’interpretazione dei dati funzionale all’esecuzione di progetti di ricerca, e allo studio e formulazione di soluzioni o proposte di intervento per problemi aziendali.

 

Il dottorato prevede cinque posti con borsa più uno senza borsa così distribuiti:

  • Economia e politica agroalimentare: 2 posti con borsa;
  • Economia circolare, collaborativa e sostenibile: 2 posti con borsa e uno senza borsa;
  • Economia e governo nella trasformazione digitale: un posto con borsa.

 

Il corso di dottorato mira alla formazione di profili con elevate competenze e specializzazione in grado di occupare ruoli dirigenziali o manageriali in enti pubblici e imprese o di intraprendere attività di ricerca e didattica in Università ed altre Istituzioni sia nazionali che internazionali. In riferimento agli sbocchi occupazionali nel settore pubblico e nell’industria privata, le figure in uscita dal dottorato saranno in grado di: (i) occupare ruoli di analista di alto livello o di direzione e posizioni manageriali in funzioni quali produzione, marketing, qualità e vendite; (ii) accompagnare le piccole e medie imprese nello sfruttamento delle potenzialità offerte dai dati generati dalla trasformazione digitale e dalle tecnologie che li producono; (iii) progettare e gestire lo sviluppo territoriale e delle aree rurali, e supportare la formulazione delle relative politiche economiche; (iv) preparare, valutare e monitorare progetti di investimento.

 

Possono essere ammessi al corso di dottorato tutti i possessori di lauree del vecchio ordinamento, laurea specialistica, laurea magistrale, e analogo titolo accademico conseguito all’estero e dichiarato equipollente o riconosciuto equivalente ai suddetti titoli accademici.

 

Per informazioni:

Prof. Alessio Maria Braccini, abraccini@unitus.it