NEWS
Please Wait
Lettera del Rettore agli studenti
DL 6 agosto 2021


Care studentesse, cari studenti,

il  D.L. 6 agosto 2021, n. 111  ha introdotto  nuove  disposizioni  per il prossimo anno accademico e vi scrivo per ribadire l'attenzione del nostro Ateneo alle necessità di tutti gli studenti impegnati nel proprio percorso formativo.

Ad oggi restano ancora vigenti le misure di  sicurezza relativamente all'utilizzo  dei  dispositivi  di  protezione  delle  vie  respiratorie,  il  rispetto  di  una  distanza  di  sicurezza  interpersonale  di  almeno  un  metro e il  divieto  di  accedere  o  permanere  nei  locali  universitari  ai  soggetti  con  sintomatologia respiratoria  o temperatura corporea  superiore a  37,5°. Questo significa che, fino ad eventuale nuova disposizione, dovremo mantenere il sistema di prenotazione del posto in aula già utilizzato con successo lo scorso anno accademico, ricordando che abbiamo spazi ampi tali da consentire la possibilità di frequentare in presenza nella maggior parte dei corsi di laurea.

Nel ribadire il  principio, al  quale la nostra università si era già  conformata  da tempo, dello svolgimento "prioritariamente  in presenza" delle  attività  didattiche  e  curriculari,  il Decreto Legge ha introdotto anche la novità dell'obbligo del green pass per  tutto  il  personale  universitario, sia  docente  che  tecnico  amministrativo,  e per gli studenti  nel caso di  partecipazione  alle attività  didattiche e  curriculari  in  presenza, facendo salve le persone esenti  dalla  campagna  vaccinale  sulla base  di  idonea  certificazione  medica (scarica ESENZIONE DA VACCINO ANTI COVID-19 - VADEMECUM OPERATIVO).

Di conseguenza, nell'attesa del successivo DPCM annunciato dalla Ministra, l'Ateneo sta mettendo a punto le procedure per  effettuare  le  verifiche relative  al  possesso  della  certificazione  verde  COVID-19 con modalità che saranno comunicate similmente a quelle utilizzate lo scorso anno per il controllo del posto in aula, evitando ulteriori disagi per voi studenti.

Ben consapevoli delle difficoltà del momento e del prezzo che soprattutto la vostra generazione ha pagato e sta continuando a pagare alla pandemia, stiamo lavorando per consentirvi di frequentare il più possibile in presenza le lezioni del prossimo anno accademico e al tempo stesso per garantire a tutti il diritto alla formazione, come sancito dalla nostra Costituzione. Manterremo perciò la didattica in modalità mista (le lezioni saranno fruibili in presenza e in diretta streaming) e, nel caso di esami in presenza, gli studenti impossibilitati per validi motivi potranno continuare a sostenerli comunque a distanza (vedi qui).

Come ricordato dalla Ministra in una recente nota, infatti, la nuova norma non muta quanto stabilito al comma  2  dell’art.  23  del  DPCM  2  marzo  2021,  che  dispone misure  di  salvaguardia  della  continuità  didattica  a  beneficio  degli  studenti che  non  riescano  a  partecipare alle  attività  didattiche  o  curriculari  in  presenza,  assicurando  loro  modalità  a  distanza  ovvero azioni di recupero delle  stesse. 

Un caro saluto,

Stefano Ubertini