Please Wait
Laboratorio Strumenti Bibliografici L1

Ciclo di lezioni sulla scrittura tecnico-scientifica

A fronte della sempre maggiore difficoltà riscontrata dai nostri studenti nell’approntamento di elaborati scritti, la cattedra di Letteratura italiana propone un ciclo minimo di lezioni finalizzate
a) alla problematizzazione della pratica scrittoria di tipo scientifico;
b) all’acquisizione delle abilità minime necessarie all’approntamento sia di tesi e relazioni tecniche sia di lettere e altre scritture formalizzate.
Nel dettaglio si propone una scansione così articolata:
I incontro (dott. Paolo Marini, 29 novembre, h 17.00-19.00, Aula 6)
occasioni della scrittura formale: la stesura di una lettera su supporto cartaceo e elettronico (verranno proposti esempi e esercitazioni guidate in classe: la lettera a un compagno di studi, la lettera a un docente, la lettera a un’istituzione bibliotecaria o archivistica, la lettera a un’impresa privata ecc.); la stesura di una domanda (ad es. richieste di ammissione alla consultazione di un fondo librario, richieste di riproduzioni fotografiche di materiale bibliografico raro ecc.) o di una dichiarazione (autocertificazioni ecc.);
II incontro (dott. Paolo Marini, 30 novembre, h 17.00-19.00, Aula 6)
strumenti di studio del testo letterario: repertori cartacei e elettronici (online e su supporto CD-ROM, DVD) relativi alla storia della letteratura e della lingua italiana; database online utili alla ricerca bibliografica e archivistica di base nel contesto nazionale e internazionale (da SBN a KVK a WorldCat; da Internet Culturale a MANUSonline a SIUSA; da GoogleBooks a Archive.org); le riviste scientifiche di ambito italianistico e di settori affini; le storie della letteratura italiana (SToLI) e le bibliografie specifiche più aggiornate (BiGLI);
III incontro (prof. Paolo Procaccioli, 6 dicembre, h 17.00-19.00, Aula 6)
abilità di base: rapporto biunivoco tra scrittura e lettura e tra lettura e padronanza/ricchezza lessicale; livelli di lingua; appunti, schede, riassunti;
IV incontro (prof. Paolo Procaccioli, 7 dicembre, h 17.00-19.00, Aula 6)
stesura di una tesi o di una relazione tecnica; il testo, la nota, il dialogo con la comunità scientifica e la tradizione degli studi (rinvio bibliografico).

Gli studenti che non hanno superato il test di accesso alla L1 sono tenuti a seguire almeno 3 incontri su 4. Al termine del ciclo di lezioni sosterranno una prova orale nel corso della quale i due docenti incaricati verificheranno le competenze acquisite. Verrà quindi rilasciato un attestato di frequenza dove si certificherà che le lacune emerse nel test di accesso sono state colmate. Lo studente avrà cura di consegnare copia dell’attestato al Presidente del Corso di Laurea L1, prof. Gian Maria Di Nocera.