Please Wait
Editoria Digitale e Digital Storytelling LM 14

Editoria Digitale e Digital Storytelling LM 14

Conseguimento altri crediti in “Editoria Digitale e Digital Storytelling"

prof. Francesco M. Donini (responsabile)                                        donini@unitus.it

prof. Federico Meschini (seminari e assistenza in laboratorio)        fmeschini@unitus.it

a.a. 2017/18

 

Sede: Aula 13, DISUCOM, complesso di Santa Maria in Gradi,

 

A chi è rivolto: studenti del corso LM 14 (tutti gli indirizzi)

 

Carico didattico: 10 crediti. Ore suddivise tra seminari con persone invitate, e lavoro individuale degli studenti su un progetto da discutere nella verifica finale

 

Durata: di solito lo svolgimento dei seminari è nel secondo semestre

 

Orario e inizio delle lezioni: da definirsi

 

Verifica finale obbligatoria per conseguire i crediti

Il laboratorio di Editoria Digitale e Digital Storytelling si pone come obiettivo quello di mostrare, sia da un punto di vista teorico sia pragmatico, la "rimediazione" da parte dello strumento computazionale del concetto di libro da un lato e di narrazione dall'altro. Verranno quindi analizzati esempi di edizioni digitali, partendo dal libro elettronico, con un forte accento sia sull'aspetto documento centrico, rappresentato dalla codifica testuale e in particolare dal linguaggio della Text Encoding Initiative (TEI), sia su quello datacentrico, relativo alle relazioni nel linguaggio RDF proprio del Web Semantico. Per ciò che riguarda la parte legata al digital storytelling lo scopo è di fornire gli strumenti atti a una migliore comprensione delle strategie retoriche e degli aspetti strutturali, collegati alla narrazione basata sulle piattaforme tecnologiche più utilizzate, andando così dai social media fino ai device portabili. Dopo aver introdotto i principali modelli di strutturazione di una storia, ne verranno analizzate le declinazioni crossmediali e transmediali insieme alle varie forme che il digital storytelling può assumere, sia dal punto di vista della forma sia dal contenuto: blog, wiki, social media, videogiochi, realtà virtuale e aumentata, letteratura elettronica e pubblicazioni arricchite. Un particolare accento verrà dato ai cambi relativi alla forma libro e all'importanza di creare narrazioni coerenti nelle pubblicazioni arricchite, dove i diversi codici comunicativi devono interagire tra di loro per veicolare contenuti legati ad aspetti e tematiche professionali, scientifiche o personali. Per ciò che riguarda il progetto individuale nel caso di un orientamento sull'aspetto dell'edizione digitale lo studente potrà approfondire diversi aspetti, tra cui lo studio di un'interfaccia specifica basata sul linguaggio CSS3, in collaborazione con il corso di Grafica ed Interfacce per la Comunicazione (prof.ssa Vocca), oppure la trasformazione del testo codificato con TEI attraverso la tecnologia XSLT in una pagina XHTML5, in collaborazione con il corso di Web e Multimedialità (prof. Donini), a seconda dell'eventuale presenza di uno dei due esami nel piano di studi. Per ciò che riguarda un progetto legato invece al digital storytelling ne andranno discusse sia la forma sia le finalità specifiche, come ad esempio la creazione di una pubblicazione arricchita legata all'argomento della tesi di laurea triennale, o eventualmente magistrale se già accordata con un docente.

La verifica finale prevedrà una presentazione (aperta a docenti e studenti) del progetto svolto, con domande da parte dei docenti e degli studenti presenti.

Propedeuticità consigliate

Non ci sono propedeuticità obbligatorie; ma si consiglia fortemente di aver sostenuto in precedenza almeno un esame relativo alle discipline informatiche: “Informatica applicata alle discipline umanistiche”, “Strumenti digitali per la comunicazione”, “Linguaggi e Tecnologie per il Web”, “Web e Multimedialità”.

 

Testi di riferimento

1) Letizia Sechi, Editoria digitale. Apogeo, 2010 (disponibile gratuitamente in formato ePub sul sito

BookRepublic).

2) Fabio Ciotti (a cura di). Il manuale TEI Lite. Introduzione alla codifica elettronica dei testi

letterari. Sylvestre Bonnard.

3) Tommaso Di Noia, Roberto De Virgilio, Eugenio Di Sciascio, Francesco M. Donini, Semantic

Web: Tra ontologie e open data. Apogeo 2013, (capitoli 1, 2, 3, 5).

4) Max Giovagnoli, Transmedia: Storytelling e comunicazione. Apogeo 2013.

5) Diomira Cennamo,Carlo Fornaro, Professione brand reporter. Brand journalism e nuovo storytelling nell'era digitale. Hoepli 2017.

 

Docenti referenti per il conseguimento dell’idoneità

Prof. Francesco M. Donini (donini@unitus.it)