Please Wait
LIFE MYSOIL

Il progetto LIFE MySOIL  (A step further in bioremediation: mycoremediation for soil recovery) intende sviluppare una tecnologia competitiva e innovativa tesa a dimostrare la fattibilità del micorisanamento al fine di rimuovere i contaminanti organici derivati dal petrolio dai terreni industriali storicamente contaminati.

 

Nelle matrici di suolo Europee interessate da contaminazione da xenobiotici tossici, si è stimato che ca. il 35% sia riconducibile a idrocarburi petroliferi. Uno dei principali limiti a un utilizzo diffuso del biorisanamento rispetto ad altri approcci di decontaminazione è una minore efficienza nei confronti di composti a bassa biodegradabilità come oli sintetici, idrocarburi a catena lunga e/o strutture altamente condensate.

In questo contesto, il progetto MySOIL mira a promuovere l'uso di una tecnologia emergente di biorisanamento che si basa sulle comprovate capacità biodegradative dei funghi (micorisanamento) per affrontare con successo gli inquinanti organici persistenti nelle matrici del suolo con una serie di vantaggi. Life MySOIL confronterà il micorisanamento con le tecnologie convenzionali di biorisanamento in siti realmente contaminati.

 

Consorzio

Il consorzio del progetto è coordinato da Eurecat e conta sulla partecipazione di 7 beneficiari associati tra cui l’Universidad Autónoma de Madrid e l’ingegneria KEPLER (Spagna), l’Università degli Studi della Tuscia, la compagnia Eni Rewind (Italia), l’ingegneria VALGO (Francia), la società fornitrice di funghi Novobiom (Belgio) e la società di consulenza ambientale che fornisce servizi sul monitoraggio Isodetect (Germania).

 

Ruolo dell’Università della Tuscia

Le principali competenze ed attività che l'Università della Tuscia fornirà al consorzio MYSOIL sono finalizzate a studiare la biotrattabilità dei suoli contaminati da idrocarburi individuati da ENI Rewind mediante l’uso di funghi, allo sviluppo e alla produzione di inoculi fungini per il micorisanamento presso il sito contaminato fornito da ENI Rewind.

 

Responsabile Scientifico per l’Università della Tuscia:

Prof. Alessandro D’Annibale

E-mail: dannib@unitus.it

 

Sito web: https://lifemysoil.eu/

 

Questo progetto è co-finanziato dal programma LIFE dell’Unione Europea in base all’accordo di sovvenzione LIFE20 ENV/ES/000416