Please Wait
Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino

Il Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino ai luoghi in cui dal 2006 si svolge la missione di ricerca e restauro dell’Università degli Studi della Tuscia e la Mostra fotografica che comprende una sezione sulle attività della missione in Cappadocia (Turchia).

 

Il 24 ottobre 2020 aprirà al pubblico la mostra Cappadocia. Il paesaggio nel grembo della roccia (fino al 10 gennaio a Treviso presso Ca' Scarpa, via Canova 11). La mostra si colloca nell’ambito delle attività programmate per la XXXI edizione del Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino che il Comitato scientifico della Fondazione Benetton Studi Ricerche ha deciso di dedicare a Güllüdere e Kizilçukur: la Valle delle Rose e la Valle Rossa in Cappadocia affidando il “sigillo” disegnato da Carlo Scarpa, simbolo del Premio, a Maria Andaloro “ideatrice e coordinatrice della missione di ricerca che fa capo all’Università della Tuscia, e che dal 2006, a cavallo tra l’Italia e la Cappadocia, sviluppa un lavoro capace di coniugare lo sviluppo e la trasmissione costante di attenzioni e saperi con la crescita di uno sguardo sul paesaggio in chiave di appartenenza e di responsabilità”.

 

Una sezione della mostra è dedicata allo straordinario patrimonio pittorico cappadoce (dal VI al XIII secolo) che caratterizza le chiese e altri edifici scavati nelle rocce e al lavoro della Missione dell’Università degli Studi della Tuscia. La missione, incardinata nel Dipartimento DIBAF, vede la partecipazione di storici dell’arte, archeologi, chimici, agronomi, fotografi e restauratori dell’ateneo viterbese impegnati con attività interdisciplinari di ricerca, restauro e valorizzazione dei beni culturali e del paesaggio della Cappadocia.

 

https://www.fbsr.it/paesaggio/premio-carlo-scarpa/i-luoghi-premiati/gulludere-kizilcukur-la-valle-delle-rose-la-valle-rossa-cappadocia/