Please Wait
Modalità di svolgimento della prova finale

La prova finale per il conseguimento del titolo di studio consiste nella stesura di un breve elaborato scritto sotto la supervisione di un docente relatore.

La prova dovrà consentire di valutare, su un argomento specifico, l'acquisita padronanza degli strumenti teorici e metodologici, oggetto di studio durante il corso di laurea, nonché la capacità di effettuare una ricerca bibliografica/sitografica e di individuare correttamente le fonti per l’eventuale utilizzo di dati empirici.

 

 

Tipologie di elaborato:

 

  • L’elaborato scritto deve riguardare lo sviluppo di un tema sia di carattere teorico-concettuale che applicativo, assegnato dal docente relatore e concordato con lo studente.
  • L’elaborato può anche essere redatto in lingua inglese.
  • Il lavoro deve essere svolto con un significativo grado di autonomia da parte dello studente in modo da consentire la valutazione dell'acquisita padronanza da parte dello studente di strumenti teorici e metodologici per sviluppare una riflessione critica e analitica, della capacità di effettuare una ricerca bibliografica e di reperire materiali utili, nonché di sintesi e scrittura in forma organica.
  • L’elaborato non deve contenere, nella maniera più assoluta, parti copiate, totalmente o parzialmente, da testi o siti Internet senza che ne sia dichiarata esplicitamente la paternità e, comunque, in maniera decisamente marginale. 
  • Il lavoro richiesto allo studente laureando deve risultare coerente, in termini di impegno e di obiettivi di apprendimento richiesti, al numero di crediti formativi riconosciuti (4 CFU).
  • A titolo orientativo si precisa che l’elaborato scritto deve avere una lunghezza complessiva di massimo 10.000 parole escludendo tabelle e riferimenti bibliografici. Si consiglia di usare un carattere Times New Roman 12 e interlinea 1,5.
  • Gli studenti devono caricare l’elaborato sul sistema Gomp.
  • La Commissione di laurea valuterà l’elaborato e assegnerà un punteggio per la prova finale che sarà comunicato allo studente direttamente sul Portale dello Studente.
  • Il laureando è tenuto a iscriversi regolarmente all’appello di laurea e a presentarsi davanti alla Commissione di laurea per il conferimento del titolo.

 

Criteri di valutazione della Prova finale:

 

  • L’ammissione alla prova finale presuppone l’acquisizione dei crediti formativi previsti dal regolamento didattico del corso di studio, al netto del numero di crediti attribuiti alla prova finale.
  • La valutazione della prova finale è effettuata dalla Commissione di laurea, formata, ai sensi del Regolamento didattico di Ateneo, da almeno cinque docenti titolari di insegnamento in questo o in altri corsi di studio.
  • Non è prevista la discussione dell’elaborato scritto da parte del laureando.

 

  • La valutazione della prova finale di laurea è espressa in centodecimi (110) e viene calcolata sommando i seguenti punteggi:
    • media aritmetica (tradotta in centodecimi) delle votazioni delle prove di esame sostenute nel Corso di laurea, ponderata in funzione dei CFU attribuiti a ciascun esame; la media viene arrotondata al numero intero più vicino (nel caso in cui la parte decimale sia 0,50 l’arrotondamento avviene all’intero superiore);
    • maggiorazione per la durata del corso di studi, pari a:
      •  i) 3 punti, assegnabili automaticamente, se lo studente sostiene la prova finale entro 3 anni e 2 mesi a partire dal 1° novembre dell’anno accademico di immatricolazione
      • ii) 2 punti se lo studente sostiene la prova finale entro 3 anni e 2 mesi a partire dal 1° novembre dell’anno accademico di iscrizione al primo anno senza aver usufruito di abbreviazioni di corso;
    • maggiorazione di 1 punto se lo studente ha partecipato durante il percorso di studi ai programmi di Mobilità Erasmus per studio o per tirocinio;
    • maggiorazione di ulteriori 2 punti se lo studente che ha partecipato ai programmi di mobilità Erasmus per studio o tirocinio ha conseguito all’estero almeno 12 CFU.
  • La valutazione complessiva dell’elaborato scritto prevede una maggiorazione del punteggio da 0 a 4 punti. La valutazione deve fare riferimento alla griglia di giudizi riportata nella Tabella 1 in modo da assicurare omogeneità tra le valutazioni.

 

  • La maggiorazione massima conseguibile sommando gli incrementi precedenti non può comunque superare 8 punti.

 

 

 

 

 

Tabella 1. Guida per la valutazione per i docenti membri della Commissione di laurea:

Giudizio

VOTO

VALUTAZIONE DELL’ELABORATO

 

C

 

0-1

Elaborato di qualità e completezza appena sufficienti sia nella forma espositiva che nel grado di ricerca bibliografica. L’elaborato denota un impegno comunque adeguato da parte dello studente e una sufficiente comprensione della tematica affrontata.

 

B

 

2-3

Elaborato di discreta o buona qualità, che dimostra una adeguata capacità di riflessione critica, arricchito da una buona ricerca della letteratura pertinente. L’elaborato denota un discreto o buon grado di organicità nell’esposizione del tema oggetto di studio con buona padronanza da parte del candidato dei metodi e degli aspetti teorici inerenti il tema affrontato.

 

A

 

4

Elaborato di ottima qualità, che denota elementi di originalità, dimostra una spiccata capacità di riflessione critica, ed è arricchito da riferimenti bibliografici anche internazionali. L’elaborato denota un’ottima o eccellente capacità espositiva con elevata padronanza di aspetti teorici e applicativi corrispondenti ad una piena comprensione della materia trattata.